Come cambiare la scheda madre di un PC portatile in 5 step pratici

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

La scheda madre è l’elemento principale di un portatile, in quanto è fondamentalmente tramite essa se il pc riesce a funzionare correttamente. Per avere dunque un portatile efficiente è molto importante prestare sempre attenzione allo stato della scheda madre. La complessità che caratterizza questo elemento ne rende impegnativo il processo di sostituzione, genericamente infatti si preferisce affidarsi ad un tecnico o a chi fosse specializzato nel campo, per garantirsi un ottimo risultato. In questa guida però andremo a vedere come poter procedere qualora si scegliesse di fare autonomamente. Prima di tutto ovviamente dovrà essere comprata la scheda madre nuova e per questa fase è molto importante affidarsi a rivenditori specializzati che possano guidarvi in una scelta totalmente consapevole e congrua alle vostre esigenze. Nella società odierna vi sono anche molti rivenditori online, affidabili ed efficienti.
Una volta comprata la scheda madre sostitutiva, dovranno essere seguiti con massima attenzione e precisione i seguenti passi.

Sostituzione scheda madre

Passaggio uno

Assicuratevi di avere un piano di lavoro libero da ogni oggetto che potrebbe darvi fastidio e soprattutto pulito; evitare di far andare la polvere internamente al pc è fondamentale per fare un ottimo lavoro. Quindi successivamente dovrete levargli la batteria e posizionarlo capovolto sul tavolo, con il coperchio chiuso che poggia sulla superficie di lavoro e la parte posteriore girata invece verso di te, più semplicemente parlando capovolgete il portatile a testa in giù. Per riuscire a lavorare comodamente e soprattutto correttamente ricordatevi essere opportuno che il portatile sia staccato dalla sua alimentazione ed ovviamente spento.

Passaggio due

A questo punto prima di continuare il lavoro e procedere effettivamente al passaggio numero due, è molto importante scaricare l’eventuale elettricità perché questa potrebbe andare a scaricare sugli elementi interni che compongono il computer, danneggiandoli in quanto estremamente delicati. Per farlo basterà toccare un oggetto di metallo che avete nelle vicinanze e che sia poggiato sul pavimento. Adesso procedete all’esecuzione del passaggio: una volta letto il manuale d’istruzioni del vostro pc, svitate tutti gli elementi che fermano sia l’unità ottica che il disco rigido, così da riuscire a levare il coperchio che permette l’accesso alla memoria. Il manuale d’istruzioni è di aiuto in quanto ogni portatile ha una struttura propria e si compone di determinati elementi posti differentemente rispetto ad altri modelli. Inoltre cambiare la scheda madre ad un pc portatile non è possibile farlo per tutti i modelli, dunque assicuratevi di questo tramite la lettura delle istruzione e la composizione del vostro pc.

Passaggio tre

Sempre tramite il manuale d’istruzioni cercate di individuare la scheda wireless del vostro portatile ed una volta fatto questo dovrete allentare ciò che mantiene i microprocessori di memoria. Questo per quanto possa sembrare un passaggio semplice e veloce, è molto importante effettuarlo con cautela e e massima precisione, ricordando che si sta sostituendo ciò che fa letteralmente funzionare il dispositivo.

Passaggio quattro

In base al modello del vostro portatile è possibile che questo presenti uno sportello di protezione del processore, qualora fosse così dovrete aprirlo e nel caso fosse possibile anche rimuoverlo, per riuscire a lavorare e procedere più comodamente. Adesso dovrete con molta attenzione e soprattutto con il cacciavite adatto, togliere tutte le viti presenti le quali sono genericamente molto piccole ed è importante porre particolare attenzione a questo passaggio.

Passaggio cinque

Quest’ultimo passaggio si caratterizza per lo scollegamento di ogni elemento di giunzione alla scheda madre, ogni vite ed eventualmente ogni scheda posta in aggiunta. Una volta rimosso tutto, la scheda madre può essere tolta e sostituita con quella nuova. La scheda madre sostitutiva l’ andrete a rimontare eseguendo i passaggi appena eseguiti ma al contrario: partendo da quest’ultimo fino a tornare al primo, con la medesima delicatezza e precisione in ogni movimento.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Potrebbero interessarti anche...