Trapianto capelli a Firenze: affidati a Pietro Campione

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

L’alopecia

 

Alopecia, o nel linguaggio comune calvizie, è il termine medico per descrivere la caduta dei capelli.

Questa può riguardare chiunque – uomini o donne, giovani o meno giovani – e le sue cause possono essere molteplici.

La componente ereditaria è quella predominante, ma ad essa possono unirsi moltissimi fattori come alimentazione, stress, uno stile di vita scorretto, i quali possono indurre i nostri capelli a cadere.

Causa della calvizie possono essere anche alcune patologie come quelle epatiche e, in generale, qualsiasi debilitazione del corpo può essere causa di calvizie.

La calvizie dovuta ad un periodo di stress o di debilitazione fisica tipicamente scompare nel momento in cui questo questo periodo viene a terminare e i capelli persi ricrescono.

Per gli altri tipi di calvizie, quella androginica ad esempio, per poter recuperare i capelli persi, bisogna necessariamente ricorrere ad un rimedio o una cura.

 

Le cure e i rimedi

 

Bisogna distinguere tra quelle cure la cui efficacia sia provata scientificamente e quei rimedi casalinghi o cure spacciate per miracolose utili soltanto a spillarci un po’ di soldi.

La comunità medica riconosce soltanto due tipi di cure utili a ridurre o eliminare la calvizie: si può ricorrere ad alcuni farmaci (sono soltanto due quelli la cui efficacia è riconosciuta anche dalla comunità scientifica) oppure optare per un rimedio di tipo chirurgico (come il trapianto dei capelli).

Il risultato finale raggiunto mediante il trapianto dei capelli è di gran lunga migliore rispetto a quello ottenibile ricorrendo ad altri tipi di cure ed è più duraturo nel tempo poiché i capelli trapiantati sono prelevati da zone del capo non interessate dalla calvizie e i cui capelli sono molto più forti e resistenti alla caduta (spesso con le cure a base di farmaci, interrompendo la cura, il paziente riprende a perdere i capelli).

 

Il trapianto di capelli

 

chirurgia estetica trapianto capelli firenzeLa tecnica del trapianto di capelli consiste nell’asportare i capelli da una parte del capo dove sono più folti e robusti (questa area viene chiamata “zona donatrice”) per andarli a innestare nella zona interessata dalla calvizie.

I microinnesti di capelli trapiantati cresceranno sani senza cadere poiché questi vengono prelevati da zone del capo dove i capelli sono molto più resistenti alla caduta e dove la calvizie tipicamente non si manifesta (la zona laterale e quella nucale).

L’operazione, eseguita in anestesia locale, non lascia segni dal momento che la finissima cicatrice verrà completamente coperta dai capelli circostanti della zona donatrice.

 

La differenza tra un intervento di successo, che dia i risultati sperati, e un totale fallimento è data in parte dalle tecnologie utilizzate per effettuare l’intervento e in parte dall’esperienza della mano che conduce l’intervento.

La questione più delicata per chi decide di curare la propria calvizie ricorrendo alla chirurgia è quella di sceglie il medico giusto.

Tante sono le tecniche disponibili sul mercato, ognuna con le sue caratteristiche, ma la vera differenza è data dall’esperienza di chi conduce l’operazione.

Soltanto un medico che abbia acquisito l’esperienza e le competenze per padroneggiare gli ultimi ritrovati messi a disposizione dalla medicina estetica internazionale può garantire che si ottengano risultati tangibili e duraturi.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Potrebbero interessarti anche...