Implantologia dentale a Torino: le tecniche

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
La perdita o la mancanza di uno o più denti è un problema abbastanza diffuso e che è una delle principali cause del cosiddetto inestetismo dentale. In realtà, la mancanza dei denti comporta anche altre difficoltà, come ad esempio difficoltà nella masticazione e in taluni casi anche nella respirazione; senza contare poi che in alcune persone può anche portare un disagio di natura sociale in quanto si trovano difficoltà nei rapporti con altre persone. Una delle migliori soluzioni al riguardo è rappresentata dall’implantologia dentale; scopriamo insieme di cosa si tratta e quali sono le tecniche più innovative per avere la certezza di risultati eccellenti.

In cosa consiste l’implantologia dentale

Quando parliamo di implantologia dentale, ci riferiamo ad una tecnica odontoiatrica che consiste nella sostituzione di un dente naturale con uno artificiale, generalmente sostenuto da una radice realizzata in titanio; si tratta di un vero e proprio intervento chirurgico che prevede però diverse fasi. In linea generale ad un mese di tempo dal primo intervento, la radice si trova nella condizioni di poter sostenere un dente artificiale, la cosiddetta corona in ceramica, che riproduce a tutti gli effetti un dente vero e simile a quello che si è perso.

Come si svolge l’implantologia dentale

implantologia all on four torinoNon bisogna credere che il ricorso agli impianti dentali sia sempre applicabile in quanto preliminarmente dovrà essere effettuata una visita approfondita dal dentista il quale valuterà lo stato di salute delle gengive e dell’osso della mandibola e della mascella per verificare se si possa procedere all’installazione degli impianti dentali. Successivamente lo specialista effettuerà anche una serie di radiografie per passare poi alla fase chirurgica vera e propria. L’intervento di implantologia dentale si svolge solitamente in due fasi:

    • inizialmente, in anestesia locale, la gengiva viene aperta e installato l’impianto sull’osso, richiudendo la gengiva in modo che lo stesso sia coperto
    • dopo un periodo variabile tra 2 e 6 mesi, in cui l’impianto si è completamente integrato nel tessuto osseo, si passa al posizionamento della corona in ceramica

Quello che abbiamo appena illustrato è un intervento di implantologia dentale di tipo tradizionale ma oggi le nuove tecniche chirurgiche, definite a carico immediato, permettono di ridurre in maniera notevole queste tempistiche.

Implantologia dentale a carico immediato

Tra le tecniche moderne è sicuramente la tecnica più innovativa e quella che riesce a fornire le migliori performance. Il principale vantaggio che si ottiene ricorrendo a questa tecnica è quello di ridurre i tempi di attesa per sfoggiare il nuovo sorriso ad appena 48 ore, anche se il rovescio della medaglia è rappresentato da un costo sensibilmente superiore rispetto alle tecniche di tipo tradizionale. Anche in questo caso però sono necessarie alcune condizioni di partenza quali una forte resistenza all’avvitamento degli impianti e un sufficiente spessore osseo per avvitare gli stessi. I risultati ottenuti con l’implantologia dentale a carico immediato sono sorprendenti e fino a qualche tempo fa assolutamente insperati. Oggi queste tecniche si basano su due principali tipologie:

    • all on four
    • all on six

Il principio delle tecniche è simile, cambia solo il numero di impianti che sono utilizzati: 4 nel primo caso, 6 nel secondo.
I vantaggi che si ottengono nell’utilizzare questo tipo di tecnica sono essenzialmente due: la maggiore stabilità dell’impianto e la possibilità di poter tornare a sorridere e masticare con sicurezza in un tempo davvero molto breve. Oggi la maggior parte degli studi dentistici che forniscono questo servizio ai propri clienti, laddove ne sussistano le condizioni, riescono a portare a termine il lavoro nell’arco di un solo giorno, anche grazie al fatto che molti di essi sono dotati di un proprio laboratorio interno che realizza i denti rapidamente; inoltre grazie a strumenti di avanguardia gli interventi sono realizzati senza bisturi e punti di sutura e soprattutto con una notevole precisione. Grazie ad una strumentazione computerizzata il dentista viene guidato nel posizionamento e fissaggio degli impianti rapidamente, effettuando l’intervento in anestesia locale e con risultati eccellenti.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Potrebbero interessarti anche...