5 consigli per una ripresa video perfetta

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Le riprese video nascono in ambito cinematografico, dove dei professionisti seguono dei passaggi e rispettano determinate regole al fine di offrire un prodotto di massima qualità. Se parliamo di riprese video amatoriali, anche qui ci sono consigli da seguire che influenzeranno molto il risultato finale. Che si tratti di un filmino ad un matrimonio, ad una festa di compleanno, ad un evento particolare, sicuramente per la qualità della ripresa è opportuno che sia stabile, cioè non troppo tremolante, come avviene di solito in questi casi. Con le riprese video si possono creare delle storyboard molto belle e ottime come idea ricordo di quel giorno importante. Si possono anche estrarre dei momenti tramite degli screenshot che poi diventeranno fotografie.

L’INQUADRATURA

I soggetti delle riprese amatoriali sono vari: una persona che parla, un edificio, un animale, un bambino, un paesaggio ecc., e ad ognuno si adatta un particolare tipo di inquadratura, per raccontare al meglio la storia, l’evento:

  • per riprendere un paesaggio con o senza persone, si usano le inquadrature a campo medio, lungo o lunghissimo;
  • se invece vogliamo concentrarci su una persona si usa il primo piano, il mezzo busto, il piano medio, il piano americano o la figura intera
  • se vogliamo evidenziare dei dettagli in particolare su ciò che sta accadendo, possiamo usare l’inquadratura ravvicinata di una parte molto ristretta come gli occhi, le mani, ecc.

Grazie alle riprese video riusciamo a far immedesimare i nostri spettatori in ciò che riprendiamo, sia come partecipanti, sia in terza persona, in base alle nostre inquadrature e a come utilizziamo lo zoom. Molto belle e suggestive sono anche le riprese effettuate di notte, con videocamere dotate di questa funzione; e le riprese subacquee.

CONSIGLI PER UNA RIPRESA VIDEO PERFETTA

Possiamo realizzare una ripresa video con videocamere più o meno professionali, con Tablet e smartphone. Anche se i video amatoriali non avranno mai la stessa qualità di quelli realizzati da professionisti del cinema, ci sono delle linee guida che possiamo seguire per creare una ripresa di buona qualità:

  • dobbiamo innanzitutto concentrarci su cosa vogliamo riprendere, per uno storytelling chiaro e semplice, anche tenendo conto di chi guarderà il nostro video;
  • dobbiamo assicurarci che le nostra ripresa sia ben illuminata;
  • dobbiamo munirci di una buona videocamera, che abbia un buon sistema di stabilizzazione ottica, oppure che offra la possibilità di essere montata su un supporto. Un filmato il più possibile fermo e non traballante infatti, come abbiamo visto è indispensabile per la qualità della ripresa video. Se si utilizza uno smartphone o un Tablet è consigliabile effettuare riprese in formato orizzontale, assicurandolo sempre a qualcosa di fermo oppure appoggiandosi ad una base stabile;
  • anche l’audio deve essere di ottima qualità. Non troviamo difficoltà in questo con le videocamere ma qualora volessimo un lavoro più professionale, possiamo registrare l’audio e il video in 2 momenti differenti e poi montarli insieme. Nel caso di un dispositivo mobile bisogna acquistare un microfono lavalier;
  • quando il nostro video è in fase di montaggio, bisogna eliminare le scene superflue; controllare l’audio oppure inserire una colonna sonora; inserire, nel caso di un video professionale, il nome di chi sta parlando.

L’ATTREZZATURA

Anche se, come già detto, possiamo utilizzare dei dispositivi come smartphone e Tablet, sicuramente consigliamo una telecamere per un effetto migliore. Quando acquistiamo una telecamere, è importante controllare che abbia il canale audio separato, cioè l’ingresso audio, e non solo il microfono incorporato. Poi dobbiamo munirci di un cavalletto e infine, di un microfono da cravatta a filo.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Potrebbero interessarti anche...