Valeriana: proprietà curative naturali

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Fa parte della famiglia delle valerianacee, la comune “valeriana officinalis“.

E’ una pianta perenne che cresce in tutta Europa, nell’Asia del nord e in America. E’ rigogliosa, con un gambo robusto che in cima presenta tanti piccoli fiorellini bianchi-rosa che si diramano da tanti piccoli steli (formando il cosiddetto “corimbo”).

Il profumo, non tanto gradevole, non oscura le grandi proprietà curative conosciute sin dai tempi antichi, dai greci, dai romani e dai cinesi: nel Medioevo risulta fosse utilizzata per curare soggetti epilettici.

Una pianta che offre gli stessi benefici dei medicinali, ma senza effetti collaterali, come afferma l’ente statunitense “Food and Drug Administration”.

 

COSA CONTIENE LA VALERIANA

 

Effetti bbenefici della valeriana officinalisLe proprietà della valeriana sono essenzialmente nelle radici, ma anche nel rizoma e nel fusto.

E’ in queste parti della pianta che si trovano le principali sostanze benefiche: i terpeni, presenti negli oli essenziali (acido valerenico, a cui sono legati gli effetti psicotropi e il terpinolene); gli alcaloidi, tra cui quella actinidina il cui forte odore attira i gatti (valeriana definita “erba gatta”, con i suoi effetti quasi allucinogeni per questi felini) e gli insetti che impollinano la pianta; e i flavonoidi.

 

PROPRIETA’ TERAPEUTICHE

 

La valeriana ha proprietà sedative, favorendo il sonno e riducendo i tempi per addormentarsi, migliorandone la qualità, grazie ai terpeni: questi interagiscono con il “GABA” ( neurotrasmettitore inibitorio) responsabile di tanti processi nel nostro organismo, tra cui quello legato al sonno.

La valeriana impedisce la “distruzione” del GABA , preservando la sua funzionalità inibitoria.

Importante ricordare che in questo caso il sonno viene favorito, senza comportare una fastidiosa sonnolenza di giorno o un pericoloso stordimento.

Le proprietà sedative e ansiolitiche intervengono negli stati di ansia, di isteria, di irritabilità, di stress, di panico e anche di iperattività.

Ha proprietà spasmolitiche, in quanto attenua gli spasmi muscolari che generano dolore, come i crampi mestruali o quelli da colon irritabile.

La valeriana attenua anche i sintomi legati alla menopausa come le vampate di calore.

La “esperidina” inoltre, importante flavonoide, contribuisce ad una maggiore elasticità delle pareti venose, impedendone la rottura (importante il suo ruolo in caso di emorroidi).

Questa preziosa pianta combatte la cefalea e i sintomi da reflusso gastro-esofageo, spesso conseguenza di forte stress e tensione emotiva.

 

Fonte: Lavaleriana.it

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Potrebbero interessarti anche...