La storia turbolenta ed emozionante di Gucci

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

nel 2010, Gucci è uno dei marchi di moda di lusso in tutto il mondo. Nome ufficiale dell’azienda è “La Maison Gucci” perché è una delle case di moda italiana famosa. Tuttavia, Gucci è in realtà di proprietà di un conglomerato francese chiamato Pinault-Printemps-Redoute (PPR). Il fondatore del marchio era Guccio Gucci che nel 1921 fondò il marchio a Firenze, Italia. Il marchio è l’italiano più famoso moda e pelletteria. Una cosa che Gucci oltre le altre marche è che l’italiano più venduto del marchio nel mondo.

la storia del marchio è un interessante e turbolento dalle sue umili origini nel 1921. Guccio Gucci nel 1921, esso non era fino al 1938 che Gucci espanso fuori Firenze e aveva aperto una nuova boutique a Roma. Quando Gucci morì nel 1953, lasciò la sua moda Impero ai suoi 4 figli. Suo figlio Aldo era centrale per l’espansione dei marchi nel mercato mondiale, da quando ha aperto il primo negozio Gucci a New York. Promuovere l’espansione a Hong Kong e Tokyo si è verificato nella Decade del 1960, dove Gucci stava creando il proprio le tendenze attraverso la celebrità come Jackie Kennedy, Grace Kelly, ecc

Tuttavia, durante questo tempo la famiglia era in lotta costante. I rapporti al momento hanno suggerito la famiglia combattuto durante le riunioni del Consiglio su successioni, stock holdings e come far funzionare l’azienda.

l’azienda ha colpito un terribile momento difficile nel 1970 e leader negli anni ottanta. A quel tempo i fratelli Rodolfo e Aldo avevano controllato dalla società in parti uguali. Ciò è accaduto ancora una volta, dovuto le complicate faide familiari. L’azienda ha lanciato la sua divisione profumi e accessori e ha cominciato a più aggressivamente per espandere questa divisione. Aldo aveva sviluppato questa divisione e la sua intenzione era quella di affrontarla indebolire il controllo del fratello Rodolfo. La divisione di profumo era un prezzo più conveniente rispetto ad altri prodotti e aggressivo Grossista resi disponibili per la vendita in oltre 1000 negozi. Il risultato è stato che l’immagine del marchio fu gravemente macchiata. Il pubblico ora considerato dall’aeroporto economico del marchio Gucci e non un marchio di lusso esclusivo. Anche allo stesso tempo, diffuse imitazioni Gucci ha cominciato a comparire sul mercato, indebolendo ulteriormente l’immagine delle marche.

nel 1983, l’azienda stava soffrendo finanziariamente e in immagine di marca. Paolo Gucci (figlio di Aldo) ha proposto l’idea di lanciare una versione più economica della cosiddetta Gucci Gucci Plus, l’idea non è stata ben accettata dalla famiglia. In un Gucci riunione su questo argomento di Paolo è stato eliminato da una segreteria in faccia da uno dei suoi fratelli. Vendetta, segnalato suo padre alle autorità degli Stati Uniti per evasione fiscale. Suo padre è stato condannato per evasione fiscale e mandato in prigione dopo che suo figlio ha testimoniato contro di lui in tribunale. Queste storie generano più interesse per la famiglia di Gucci e la pubblicità di marca possibilmente potrebbe raggiungere nel tempo.

Rodolfo morì nel 1983. Ciò ha provocato cambiamenti nella struttura della società (famiglia). Il figlio Maurizio Gucci ereditò la sua quota del 50% dell’azienda Gucci. Figlio di Aldo Paolo insieme a Maurizio si è riuniti per prendere il controllo del Consiglio di amministrazione. Poco dopo, il resto della famiglia ha lasciato l’azienda. Ciò ha condotto a Mauritius in cerca di aiuto e idee provenienti dall’esterno dell’azienda al fine di rafforzare il marchio e l’azienda e operare tranquillamente.

scarpe Gucci è diventato uno dei punti di forza delle imprese. Gucci aveva trovato dopo i disastri del decennio del 1970 e il 1980 che un ritorno alle sue radici come una casa di moda italiana d’elite era una necessità. Resi conto che era impossibile che una produzione di massa e un marchio di lusso. Pelletteria quali scarpe Gucci aveva dato il suo nome l’azienda durante il 1920 e il 1930 e sentivo che hanno dovuto concentrare i propri sforzi sulle innovazioni nella moda in quelle zone. Inoltre, nel 1997 Gucci ha assunto la direzione Severin Montres e aveva rinominato con il nome di Gucci. L’orologiaio era uno dei più rispettati in Europa al momento e ha contribuito a Guccis obiettivi mantengono l’immagine di prestigio ed elite tra i consumatori di moda consapevole e ricchi.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Potrebbero interessarti anche...