Decennio del 1950 nella cultura popolare: Beatniks, Elvis e le gonne delle talpe

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

all’inizio degli anni ‘ 50 era un decennio interessante, bloccato tra un’altra guerra mondiale e un’età nuova, minacciosa di energia nucleare e dell’energia atomica. Questo periodo vide il cucito radici spensierati anni sessanta generazione, come il ‘Beat generation’ non vedeva alcuna speranza e così cominciarono a ribellarsi contro le convenzioni sociali.

il classico musical Grease riassume molte delle stereotipate moda, stili di vita e atteggiamenti degli anni 1950. Giovani uomini che indossano Giacche di pelle, pettinati all’indietro i capelli con un pettine per mettere in tasca e le ragazze chiamate “bambole” e “bambino”. Rock ‘ n’ roll era nato con Elvis Presley, uno dei protagonisti principali. Loro danza caratteristica è parodied ancora a questo giorno.

altri grandi nomi della musica rock ‘ n’ roll includono Buddy Holly, famosa per il suo spessore ‘nerd glasses’ montare, Chuck Berry e Johnny Cash.

in cinema, cinema europeo ha goduto una rinascita come risorse erano ancora disponibili. A causa della minaccia della televisione, i produttori cercarono modi nuovi e innovativi di guida il pubblico nelle sale cinematografiche. Grande film di produzione e spettacolo ha guadagnato la popolarità, con titoli come ‘il racconto di Robin Hood’ e i compagni della foresta, i dieci comandamenti e ‘il settimo viaggio di Sinbad’. Negli anni ‘ 50 sono stati etichettati un dorato per il film 3D – epoca è ultima reincarnazione di oggi è vivo per questa tecnologia?

film giapponese inoltre raggiunse il suo apice durante questo periodo, con importanti registi come Akira Kurosawa, Yasujiro Ozu e Kenji Mizoguchi.

beatniks e gonne di polka dot

il 1950 ha visto anche il “ritorno della moda’, dopo la revoca delle misure austere attuate durante la seconda guerra mondiale. Molte case di moda di Parigi ha riaperto e ci fu un diluvio di tessuti sintetici e processi di facile manutenzione; Mettere in nylon, orlon e dacron divenne immensamente popolare, mentre l’acrilico, poliestere e spandex sono stati introdotti nel 1950.

‘Teddy Boys’ indossava una versione esagerata delle cravatte skinny Edwardian, sportive alla moda e pantaloni stretti rivelando calzini cigolante. In ‘engrasador’ stati erano l’equivalente più vicino, ribellarsi in modo simile contro gli stili dei loro genitori.

in realtà, come al solito gli S.U.A. erano altamente influenti nella cultura popolare, con l’idea della ‘Beat generation’ presentata dall’autore Jack Kerouac. Il ‘Beatnik’ erano un incontro dei giovani della metropolitana, non conformista che è emerso a New York. Un aspetto tipico include un berretto e un paio di occhiali e nero a collo alto. Jeans e giacche di pelle sono stati popolari.

per le donne in particolare, i capelli è stato utilizzato spesso breve e arricciati in un ‘look New York’. I cappelli erano essenziali per tutti, ma le occasioni più casuale. Nel decennio successivo il barboncino riccio taglio ‘, il ‘bouffant’ e ‘l’alveare’ divenne di moda, infatti al giorno d’oggi famoso per Marge Simpson e Amy Winehouse. Tasso di ragazze ovviamente portava i capelli lunghi e dritti; l’esatto opposto di questi stili.

aumento della produzione di fabbrica rende il 1950 era della produzione di massa di dimensioni Abbigliamento e standardizzate. Egli nacque l’industria ‘pronto per l’uso’. Le donne indossavano stili molto femminili, con nastri, ruches e arricciature. Collo cavezza e abiti senza spalline sono un grande trend e gonne erano molto complete, spesso accompagnata da sottogonne per dare ulteriore organismo.

ancora, nulla dice 1950 più di un cerchio della gonna. Questi sono stati indossati da giovane la gente (come ‘adolescenti’ erano ormai affermati come una sorta di sottocultura dominante), sempre presso la sottoveste sottovesti superiore. Essi erano spesso fatti in casa, e mentre offre una gamma di disegni, le gonnellone colorate e gonne a pois sono più emblematici.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Potrebbero interessarti anche...