Legno lamellare come è fatto?

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

ll legno laminato è di solito costruito dall’incollaggio parallelo di pannelli di legno in una varietà di dimensioni e forme a seconda dell’uso previsto. I prodotti principali sono elementi portanti, come travi e archi. Le impiallacciature con incollaggio parallelo vengono talvolta utilizzate per produrre articoli speciali (ad esempio mobili, articoli sportivi e novità). In questa guida sarà illustrato nel dettaglio come è fatto il legno lamellare.

Vantaggi del legno lamellato

I fogli di legno che vengono uniti per creare il legno lamellare hanno solitamente spessori compresi tra 20 e 45 millimetri. Per avere la massima stabilità possibile ed evitare contrazioni ed espansioni del legno; i fogli vengono uniti in modo che gli anelli di crescita formino angoli opposti rispetto alla superficie. Il legno lamellato presenta numerosi vantaggi rispetto al legno massiccio. Può essere utilizzato per fabbricare elementi di grandi dimensioni, impossibili da realizzare con il legno massiccio. Le singole schede utilizzate nel legno lamellare, a causa della loro relativa magrezza, possono essere adeguatamente asciugate senza controllo. Le strutture possono essere progettate con legno lamellato sulla base della resistenza richiesta e il legno di bassa qualità può essere posizionato di conseguenza. Inoltre, poiché il legno lamellare è incollato, è possibile utilizzare il legno di piccole dimensioni, riducendo così gli sprechi.

Come si realizza il legno lamellare

È un incredibile processo di fabbricazione mediante il quale quattro strati vengono fusi insieme in un’unica operazione di stampa ad alto calore, utilizzando la costruzione in laminato a pressione diretta, che è il metodo di fusione più tipico utilizzato per la produzione di pavimenti in laminato residenziale.
Alla base di ogni tavola lamellare c’è uno strato di bilanciamento inferiore che mantiene la tavola dritta. Il backer sigilla la parte posteriore del pannello laminato in modo che la sua stabilità dimensionale non sia compromessa.
Lo strato centrale del pavimento lamellare è il pannello di fibra ad alta densità (HDF). Esiste anche un pannello di fibra a media densità (MDF). Sia l’HDF che l’MDF sono realizzati con fibre di legno tenero che vengono scomposte, combinate con un legante di cera e resina e formate in pannelli usando calore e pressione.
I bordi di ciascuna tavola saranno tagliati su profili specifici per adattarli facilmente e in modo coerente per un’installazione comoda e affidabile secondo uno dei quattro sistemi di bloccaggio. L’estrema precisione di micron milling necessaria per questi profili di pannelli per sistemi di chiusura è possibile solo con un nucleo HDF. Lo strato inferiore, o supporto, è uno strato di plastica melaminica che conferisce stabilità dimensionale alle assi e aiuta anche a proteggere dall’umidità del sottofondo.
Lo strato successivo del legno lamellare è un pannello centrale, generalmente realizzato con pannelli di fibre o pannelli di particelle ad alta densità che possono contenere anche resine plastiche melaminiche che aiutano a migliorare la resistenza all’umidità del nucleo. Uno strato decorativo o un film di stampa viene applicato sulla parte superiore del pannello centrale, conferendo al pavimento un aspetto di legno duro o piastrelle.

Questo strato decorativo è una riproduzione fotografica stampata ad alta risoluzione di venature del legno, pietre naturali o motivi a piastrelle di ceramica. Una volta che i 4 strati sono stati impilati, sono pronti per la stampa.
I produttori monitorano attentamente il tempo e la temperatura quando premono gli strati per polimerizzare e incollare con successo le pile in un singolo foglio di laminato decorativo finito.
Se il legno lamellare che viene fabbricato è progettato per avere una superficie ruvida, la pressa ha lastre specializzate che imprimono il motivo strutturato sui fogli, creando assi o piastrelle più naturali che i fogli sono stati premuti, vengono lasciati raffreddare per garantire che induriscano completamente e per prevenire eventuali imperfezioni della superficie.
Quindi i fogli vengono impilati e conservati per un certo periodo in modo che possano continuare ad acclimatarsi, migliorando così la stabilità delle schede.
Una volta che le tavole sono completamente acclimatate, vengono fresate o tagliate in assi.
Le assi appena tagliate passano quindi a essere profilate. Più seghe di profilatura creano i bordi della linguetta e della scanalatura sui lati delle assi che consentono al pavimento di bloccarsi facilmente.
Le lame delle seghe di profilatura utilizzano sistemi elettronici e laser che producono bordi incredibilmente precisi per una vestibilità perfetta. Ulteriore garanzia della precisione del tuo pavimento.
Le tavole finite passano quindi attraverso un’ispezione di qualità e vengono controllate per colore, consistenza, finitura, dimensioni e corrette capacità di incastro.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Potrebbero interessarti anche...